La felicità di una focaccia in padella!

I fiori regalati dal maritino

I fiori regalati dal maritino

Oggi sono felice: è un dato di fatto inconfutabile!

Perchè ieri sono riuscita a spuntare la mia battaglia contro il mistero del RID fantasma e mi è stato restituito il maltolto (e già farcela contro un grosso istituto bancario non è cosa da poco…), perchè mio figlio si è deciso finalmente a studiare, sebbene con la motivazione che se si fa bocciare l’anno prossimo non sarà in seconda media e quindi perderà la settimana bianca, perchè la mia amica più cara, la mia laotong,si è presentata sotto casa mia all’improvviso con un tardivo regalo di compleanno, ma gradito da morire perchè per me è LEI il mio regalo, poterci parlare fitto fitto, farci le nostre consuete risate, vederla sbellicarsi dalle risate quando le ho detto che a Carnevale siamo partiti per Firenze con 5 euro in tasca (io) e 1 euro (mio marito)…eh sì, perchè il pezzo economicamente forte della famiglia sono io! Perchè lei quando sta con me non si prende molto sul serio e si sganascia appena mi vede (e ciò la dice lunga su di me…), anche se poi mi dice che se riesco a spuntarla anche contro una banca avrei dovuto fare l’avvocato e non lavorare per una pubblica amministrazione che mi massacra per pochi euro… e se mi dice questo significa che, al di là dell’ilarità che le provoca lo stare con me, evidentemente riesco anche ad infonderle un po’ di fiducia professionale!

Ma anche le amiche mi vogliono bene...

Ma anche le amiche mi vogliono bene…

Cassettina di giacinti in perfetto stile shabby...

Cassettina di giacinti in perfetto stile shabby…

... che adoro!!!

… che adoro!!!

La contemporaneità di questi tre fattori nel corso di un’unica giornata mi ha fatta sorridere, dopo giorni che litigo con tutti perchè appena ti giri cercano di fregarti, e da ieri tutto sta andando meglio, molti nodi si stanno sciogliendo da soli… che sia la volta buona? Non lo so, ma io intanto mi godo il momento e, colta da un impeto di coraggio, ho provato finalmente ad accontentare mio figlio che da tempo chiede a gran voce una pizza pur sapendo che non ho ancora provveduto alla riparazione del forno… ma quando un bimbo studia va premiato, no? E allora via con questa focaccia che mi ha risolto la cena con poco!

Invitante vero?

Invitante vero?

Già al primo taglio profumava tutta la cucina!

Già al primo taglio profumava tutta la cucina!

Ho preparato un impasto con 400 gr. di farina, una bustina di lievito di birra liofilizzato, un cucchiaino di sale, uno di zucchero, un po’ di olio evo e acqua q.b., ho lasciato un po’ a lievitare, in una scodella coperta da un canovaccio, in un angolino caldo della cucina e poi mi sono limitata a tirare due dischi di impasto: il primo l’ho adagiato sul fondo di una padella antiaderente un po’ oleata, poi ho steso un po’ di salsa, una bella manciata di origano e delle sottilette (ossia quanto c’era in casa), alla fine ho richiuso il tutto con il secondo disco di pasta, cuocendo circa 15-20 minuti per parte, coperto e a fuoco bassissimo.

Confesso il terrore altalenante tra la remota possibilità che l’impasto rimanesse crudo al centro e l’elevato rischio di bruciare il tutto… e invece… il miracolo!!! Non aggiungo altro… vedetevi le fotografie e tenete da conto la ricetta per la prossima estate, quando schiatterete dal caldo e non ne vorrete sapere di accendere il forno perchè si tratta di una soluzione ottima e da riproporre con le farciture più fantasiose!

Riepilogo degli ingredienti (serve?):

400 gr. di farina

sale, zucchero, olio evo e acqua q.b.

salsa di pomodoro (1 vasetto di polpa)

origano

sottilette a piacere

Annunci

12 pensieri su “La felicità di una focaccia in padella!

  1. che bello questo post positivo! Godi sì di questo momento felice e sereno e vedrai che se ne aggiungeranno tanti altri.
    La focaccia fa venir appetito solo a vederla. Complimenti per la lievitazione: in padella non è semplice.
    Ciao, a presto
    Marirò

    Mi piace

    • Dopo tanto tempo è stato il primo raggio di luce venuto da sè, senza sforzo alcuno… non ho trascorso un periodo proprio sereno, quindi la felicità è doppia!
      La focaccia mi ha risolto un sacco di problemi perchè d’ora in poi ne posso fare di diversi tipi e ciò mi risolve più di una cena… almeno arrivare alla riparazione del forno!!! Che sembra facile, ma non lo è affatto (ma nessuno usa più il forno a gas???)…
      Un abbraccio!

      Mi piace

  2. In bocca al lupo per tutto, cara Tatiana!
    Spero davvero che tu possa risolvere TUTTO!
    Ti abbraccio forte e ti mando tanti complimenti per questa bellissima focaccia!
    un grande abbraccio! 🙂

    Mi piace

  3. Voglio sapere il trucco per andare a Firenze con 6 € 🙂 Magari sarete partiti da Fiesole in bicicletta, tanto l’andata è in discesa 😉
    Le prizze fritte sono molto buone, noi ne prepariamo una con dentro scarola (detta anche invidia), pomodorini, acciughe e caciocavallo (mi piace anche con l’aggiunta di olive verdi in salamoia, fatte in casa, e caperi. Prova.)

    Mi piace

    • Ahhh, anche tu hai ragione, quindi mi spiego meglio: siamo partiti in camper con il gasolio messo da parte dall’ultimo viaggio, con la spesa portata da casa e i pochissimi musei che siamo riusciti a fare in due giorni li abbiamo pagati con i pochi spiccioli rimasti sulla carta di credito… e in tasca sempre 6 euro!
      Grazie per l’idea della pizza fritta, proverò a fare pure questa… me la suggerì svariate volte una collega, ma ancora non l’ho provata e mi sa che questa è la volta buona!
      Ciao!!!

      Mi piace

    • Grazie cara, mi godo queste piccole cose perchè qualche soddisfazione ci voleva proprio, finalmente….
      Proverò a fare delle altre focacce, il fatto che l’impasto abbia lievitato perfettamente nonostante la cottura poco ortodossa, mi ha infuso un po’ di temerarietà….
      Un bacio!

      Mi piace

  4. brava ben inventato e brava anche per il resto bisogna essere cosi in questo ci assomigliamo mai mollare….un altra volta fodera il fondo della padella con carta da forno in questo modo cuoci lo stesso e non rischi di bruciare la pasta sotto poi la togli anche molto facilmente e serve poco oliare. Esistono in commercio la carta da forno antiaderente la chiamano è come l’altra ma proprio non si attacca nulla io cosi alle volte faccio il pesce una specie di cartoccio ma mi puzza di meno la casa,
    Buona giornata oggi pioveeeeeeeeeee
    Bacioni

    Mi piace

    • Ciao cara, diciamo che mi è andata bene perchè non ha bruciato assolutamente, però l’idea è buona, voglio provare anche la tua soluzione e poi valuto come riesce meglio!
      Stasera voglio provare il gateau di patate in padella… se riesce bene ovviamente ve lo mostro….
      Un bacio sotto la pioggia, quando rincaso dal lavoro sembra di essere nella campagna inglese…. cosa che mi piace, così nemmeno il maltempo riesce a deprimermi!

      Mi piace

  5. Eccomi qui, ho letto con un crescendo di positività, che belo quando sgorga ottimismo dal nostro cuore, ed è in quei momenti che, non si sa perchè (o si) ma gli altri si avvicinano a noi più volentieri. E’ proprio vero che tutto parte sempre da noi. Un baseto e continua cussì mula bela 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: