Stringimi…

2013-11-09 10.50.26

Stringimi quando fa freddo e il vento del mare del nord mi scompiglia i capelli,  quando guardo l’orizzonte e cerco il traghetto che mi porterà al di là, quando sono emozionata e ho le gote rosse per il gelo e l’eccitazione…

Stringimi quando manca poco alla vetta e io non ce la faccio, quando lo zaino sembra pieno di mille incudini e vorrei solo stendermi bevendo litri d’acqua, quando il caldo e la disidratazione mi uccidono, quando le gambe non ce la fanno più e la testa non ne vuol sapere di andare avanti…

Stringimi quando ho paura, quando temo di non farcela, quando il coraggio mi abbandona e le mie difese crollano come un castello di carte al primo alito di vento…

Stringimi quando sono euforica e  felice e saltello strillando la mia gioia, quando  la felicità mi esplode dai pori e non ho fiato per raccontartela, quando i miei discorsi sono sconnessi e tu devi cercare di capire tutto dal mio affanno…

Stringimi quando sono furiosa, quando ti addosso le colpe di tutto, quando ti grido addosso le mie ragioni e non intendo concedere sconti di pena, quando mi pento subito di essermi arrabbiata e ti chiedo scusa e mi vergogno da morire…

Stringimi quando ti guardo e scoppio a ridere a crepapelle e ti dico che il vederti mi diverte, quando mi rotolo in lacrime come una scema e nessuno riesce a fermarmi e più ti fisso e più mi sbellico dalle risate…

Stringimi quando percorriamo le strade delle nostre vacanze, quelle di sempre e che ci addolciscono l’umore, quelle dei ricordi di sempre,  quelle che mi legano a te,  quelle dei fast-food e delle vetrine, quelle delle birrerie e della gente che sorride sempre, quelle degli artisti di strada e della musica ad ogni angolo…

Stringimi sempre a te perchè il mio coraggio, la mia temerarietà, la mia perenne polemica e la mia tenerezza sono tuoi, esistono perchè esisti tu, perchè se tu sei qui io sto bene… stringimi ancora e sempre…

“Stringimi anche quando parlo di diete e calorie e nel frattempo impasto saccottini alle mele….”

Per la pasta brisè:

250 g. di farina

100 g. di burro

1 pizzico di sale

70 g. di acqua fredda

amalgamare il tutto con un robot da cucina oppure con il Bimby per 20sec. a vel.4/5 e far riposare in un canovaccio, nel frigorifero, per almeno 15 minuti.

Per il ripieno:

6 piccole mele a dadini

zucchero q.b.

succo di limone q.b.

cannella q.b.

confettura mela-cannella per amalgamare q.b.

riscaldare tutto in una padella antiaderente finchè le mele non si ammorbidiscono e si crea un composto omogeneo, poi farcire la pasta brisè, stesa con il mattarello, e richiudere i saccottini, che saranno cotti dopo circa 45 minuti di forno ventilato a 180°C.

2013-11-09 10.49.59

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Annunci

30 pensieri su “Stringimi…

  1. E sai che io in queste parole mi ci ritrovo? Spero che la persona cui è dedicata la legga e la porti sempre con sè, nella mente e nel cuore!

    E poi come non amarti se al ritorno a casa gli fai trovare questi meravigliosi saccottini di mele e cannella!!!

    Bacioni
    Silvia

    Mi piace

  2. Ciao Tat, qui c’è da commuoversi, io che ho a che fare con un “avaro di stringimenti” 😦 , non sai quante volte gli dico: ello, ma non senti mai il bisogno di abbracciarmi? E lui mi risponde: si, ma devo trattenermi 😀 E’ troppo simpatico, lo capisco ed ancora di più da quando, un Natale a pranzo da me,a tavola, gli ho dato un bacino, e la mamma mi ha detto, con quella voce che solo certe “suocere” hanno: ma io non ho mai baciato ello…
    Io e la cannella viviamo in simbiosi, lui no ma dal momento che sono io quella che ha bisogno di coccole, mi prendo un fagottino e vado ad accarezzare Perla. Una bella giornata a te.

    Mi piace

    • Ciao Libera, pure lui però mica abbraccia facilmente e se lo, fa, dietro mia esplicita richiesta, sembra un orso… ed è migliorato perchè anni fa mi dava le “pacchette” sulla testa come fa con i cani! Ma io gli abbracci più belli del mondo li ho ricevuti ed amati e ora mica mi accontento: imparerà pure lui!!!
      Un abbraccio e un fagottino tutti per te! 🙂

      Mi piace

  3. Ciao Tatiana, non mi crederai, ma quando ho visto il tuo commento sul mio blog stavo proprio guardando il tuo post su bloglovin, attratta dal testo poetico prima e dalla ricetta dopo. Sarà telepatia? Anche io e la cannella abbiamo una lunga relazione amorosa. Un abbraccio, Ada

    Mi piace

  4. Prima la poesia, la vita, la riflessione… poi l’ironia! Come piace a me… alternare registri e saper trovare lo spunto per sorridere!
    Gli abbracci sono così preziosi… anche quando le parole faticano a essere pronunciate, nelle notti d’inverno, nei momenti difficili, quando abbiamo bisogno di un contatto, di fusione…
    Chi ama gli abbracci ama anche l’unione di mela e cannella, conosce le intese solide e durature e apprezza la fortuna di essersi incontrati…

    Mi piace

    • I tuoi commenti mi sfiorano sempre le note dell’emotività con delicatezza e maestria, mi sento sempre compresa a fondo con poche tue righe, con poche frasi ineccepibili che centrano perfettamente il bersaglio!
      Alterno i registri perchè io stessa, pur nella mia costanza di carattere, ho delle punte di follia che vanno ad equilibrare timidezza e serietà, come delle pause di silenzio che talora esplodono nell’ilarità più inaspettata: il mio essere un po’ “variopinta” ha fatto però sì che io sia stata tanto amata da grandi persone e tanto odiata dai vili e dai tracotanti, specie perchè, nonostante la mia indole pacifica, non le mando certo a dire…. E, a chi lo merita, posso dire “Stringimi”…. e se poi c’è anche la mia stessa passione per la cannella, allora ho davanti la persona perfetta!
      Un abbraccio! 🙂

      Mi piace

  5. Le tue parole fino alla fine mi hanno accarezzato l’anima ed ho immaginato di riproporle al mio lui..poi il finale ironico mi ha fatto sorridere..6 unica!
    Buonissimi anche i saccottini..alla faccia della dieta, tiè 😛
    la zia Consu

    Mi piace

    • Ciao Consu, io sono proprio così… dalla poesia alle risate… umorale e sincera! Fino in fondo.
      Confesso che di saccottini ne ho mangiato uno solo e gli altri li ho lasciati a mio figlio (tanto c’ha la panza pure lui…)! 🙂
      Bacione!!!

      Mi piace

    • Non c’è niente da fare: tengo duro, voglio veder la bilancia scendere, ma talora una coccola mi serve, non potrei vivere senza…. Pensa che il solo cucinare cosine sfiziose mi fa star bene, anche se poi assaggio e basta, lasciando tutto il godimento ai miei ometti (che ingrassino loro, tiè)!
      Un bacio!!!! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: