Piove? E che cavolo…. ci faccio la zuppa!

2013-11-30 14.15.38

Non mi sembra vero: è sabato, è finalmente arrivato il sabato, quello che stavo aspettando dalle 6.30 di lunedì mattina, quando ho iniziato la settimana lavorativa già sfiancata e che ho sostenuto a ritmi disumani sino alle 14 di ieri, quello che aspettavo ogni pomeriggio quando, tra un turno di lavoro e l’altro correvo dal dentista, al colloquio con gli insegnanti di mio figlio, pulivo la casa, cucinavo e controllavo i compiti, quando lo interrogavo prima di una verifica e mi si chiudevano gli occhi, quando finalmente la sera aprivo un libro e cedevo sulle pagine oppure faticavo a rilassarmi davanti ad un bel film.

E’ la mia meta dopo una settimana di corse ovunque, di commissioni per tutti, dopo una settimana in cui non c’è mai un momento per me, in cui mi sento chiamare da tutti appena avvisto una sedia libera… è vero, alle 7 ero in piedi che preparavo mio figlio per la scuola, ma appena uscito lui mi sono infilata nel suo letto, tra i suoi peluches… sì, proprio nel suo letto perchè volevo avere la massima solitudine, come quand’ero ragazzina e potevo dormire a sazietà, ho chiuso la porta e ho tirato un sospiro di sollievo, di quelli ristoratori… e ho chiuso gli occhi godendomi una pace immensa, un silenzio ovattato che si faceva spazio tra le gocce d’acqua che scendevano fuori dalla finestra, un momento di tepore nell’umidità di questo sabato autunnale, due ore di tranquillità immensa…

Il mio pranzo è stata la celebrazione del comfort-food, un perfetto equilibrio tra la mia consueta passione per i vegetali e una preparazione vellutata e cremosa, un gusto soffice nonostante gli ingredienti poveri, una ciotola quasi pannosa creata in pochi minuti di lavoro.

2013-11-30 14.15.58

Ingredienti:

600 g. di acqua

un cavolfiore medio

20 g. di burro

2 cucchiai di olio evo

2 cucchiai di farina

30 g. di pecorino

noce moscata q.b.

sale q.b.

Preparazione Bimby:

mettere le cimette di cavolo nel boccale con l’acqua e del sale: 15 min. 100° vel.1;

aggiungere il burro, la farina e l’olio: 5 min. vel.9;

aggiungere noce moscata e sale a gusto e mescolare ancora pochi secondi.

Per ridurre la zuppa alla cremosità desiderata: 10 sec. vel.turbo.

Servire nelle ciotole con un giro di olio evo, scaglie di pecorino e crostini di pane all’olio (nella foto non ci sono, ma poi la fame ha prevalso e ce li ho messi…)

Preparazione classica:

cuocere il cavolo nella pentola a pressione venti minuti, poi aggiungere gli altri ingredienti e ridurre in purea con l’aiuto di un minipimer… insomma, è veloce comunque!

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Annunci

12 pensieri su “Piove? E che cavolo…. ci faccio la zuppa!

    • Ciao Viv, il Bimby è davvero un magnifico esempio di tecnologia tedesca: non ho alcun interesse economico nel descrivertelo, quindi te lo spiego con la massima obiettività….puoi macinare il caffè e preparare da te le farine, macinare lo zucchero e il pane, impastare qualsiasi cosa, cucinare nel boccale o al vapore; praticamente l’impatto economico iniziale non è da poco (infatti c’ho pensato per quindici anni e mi sono buttata letteralmente rischiando), ma il risparmio lo vedi dopo poichè non acquisti più alcun prodotto finito, in quanto riesci a produrre delle cose incredibili in poco tempo e senza fatica. Questa zuppa è stata portata a termine insieme all’impasto per il pane, ad una torta e ad un secondo, il tutto in un’ora, soprattutto perchè lo puoi lavare semplicemente frullando acqua e detersivo in funzione cottura.
      Insomma…. acquisto arrischiato, ma azzeccato alla grande!
      Un bacio e buona domenica a te! 🙂

      Mi piace

    • So che mi capisci Vaty, perchè abbiamo un lavoro impegnativo in cui si è sempre a manetta a concentrarsi su quano si sta facendo e a tutto ciò si sommano gli impegni quotidiani che diventano dei macigni… e a sera non sai più dove mettere le mani e si crolla miseramente!
      Una zuppetta fatta così in velocità ti salva la cena…
      Un bacio! 🙂

      Mi piace

  1. Ecco, anche io da questo momento in poi e per tutti i giorni della settimana attendo con trepidazione il sabato!
    Mi piace cme hai deciso di coccolarti sabato scorso: il tempo tutto per te, questa zuppa magnifica e invitante per pranzo…brava!
    e la ricetta te la copio.
    tanti baci buona settimana!

    Mi piace

    • Oramai lo attendo sempre di più perchè non solo, a differenza dell’estate quando dopo il lavoro mi attendono lunghe nuotate, d’inverno il clima rende tutto più difficile, ma non so se sembrano più impazziti gli insegnanti di mio figlio o alcuni personaggi che incontro al lavoro… per quanto cerchi di vivere la situazione al meglio mi rendo conto che alla resa dei conti sto somatizzando lo stress…. e il sabato è una gran cura!
      Non che non si faccia nulla, anzi…. ma si lavora per la propria gioia e per quella dei propri amori!
      Un bacio! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: