Matite colorate

limoncello (5)

Sparse sul tavolo a colorare la mia vita, le mie emozioni che virano dal calore dell’arancione alla serenità intensa del blu cobalto, passando per un intenso verde chiaro, quello del rilassamento, lo stesso dei prati di montagna in piena estate; ho sempre visto la vita a colori, dai sogni in rosa al fascino della nebbia e del suo grigiore, che talora ammanta i momenti di malinconia, di respiri struggenti che durano un attimo perché la luce calda dell’affetto è sempre dietro l’angolo, la stessa luce di una casa immersa nella foschia, quella di un camino acceso che riscalda le guance e il cuore.

Il mio è sempre stato un mondo colorato dai bigliettini adesivi e dagli evidenziatori, da libri distrutti a forza di colorare, evidenziare, sottolineare più e più volte, finchè nella memoria rimangono i colori legati ai concetti, finchè l’apprendimento non diviene variopinto.

La mia vita ha i cappottini turchesi d’inverno, per cacciare il grigiore di novembre, ha i maglioni di lana arancione per colorare la neve di gennaio, è sempre piena di matite e pennarelli ovunque, che non si fermano su un foglio bianco, ma vanno a decorare tutto ciò che trovano, accompagnandosi sempre ad inserti adesivi, nuvolette e cuoricini.

Questa cremina è stata preparata con il popone, il melone a pasta bianca, ma mi è venuto spontaneo fotografarla con il giallo allegro dei limoni perché alla fine la si fa anche con questo agrume che adoro, l’importante è renderla pannosa e fruttata: è una reminescenza coloratissima delle mie vacanze, il ricordo di una crema arancione a base di melone, ma anche gialla a base di limoni di Sorrento, talvolta bianca e morbidissima come questa…. l’importante è provarci e questa è la mia versione.

limoncello (2)

Ingredienti:

500 g. di melone cantalupo (baciro, popone… o come lo volete chiamare) a pezzi per il meloncello, oppure la scorza esterna di 8 limoni non trattati per il limoncello

500 ml. di alcool buongusto

1 kg. di zucchero

500 ml. di latte

500 ml. di panna

un cucchiaino di vaniglia

Procedimento:

Versare in un grosso contenitore di vetro la frutta e aggiungere l’alcool, lasciando a macerare almeno venti giorni. Trascorso tale periodo mettere un una pentola lo zucchero, il latte, la panna e la vaniglia, far sobbollire sino a che lo zucchero non si scioglie, successivamente aggiungere l’alcool filtrato  e, da ultimo, la frutta, per poi frullare tutto con il minipimer.

Imbottigliare filtrando nuovamente e lasciare a riposo nel congelatore almeno venti giorni prima di consumare.

limoncello (1)

limoncello

Un’altra piccola carrellata degli scatti estivi, simbolo del mio profondo legame con il mare e dell’ispirazione che ne è scaturita anche in cucina.

Lipari

Lipari

Lipari

Lipari

Lipari

Lipari

Per me la solarità è tutta in queste note….leggete anche le parole perchè ne vale davvero la pena…

DBCFCB9E800D96256F2947FD8B40B721

Annunci

23 pensieri su “Matite colorate

    • Il sapore è cremoso, pannoso, con quel tocco agrumato che non senti, ma lo percepisci… e subentra l’aroma fresco dell’estate, del mare, delle isole che ho toccato e le cui immagini ho condiviso con voi… adoro trovarmi in mezzo al mare e nulla è più bello che entrare nell’inverno portando con me traccia dei suoi profumi.
      Un bacio! ❤

      Mi piace

  1. Si avverte leggendoti che porti dentro la magìa dei colori, pura solarità. Prendere un arcobaleno per la coda e lasciarsi trasportare nel vento è un pensiero, una fantasia che rincorro spesso.
    La cremina di questa ricetta è proprio golosa, sembra un sorbetto vellutato e le fotografie mi portano indietro di un paio di mesi, in quel luogo, proprio in quel mare. Stupendo ritrovarle qui da te. 😀
    un abbraccio
    Affy

    Mi piace

    • I colori sono un mio tratto caratteriale, ho l’estate nel cuore anche in pieno inverno, nonostante ami anche le stagioni rigide e le atmosfere nordiche: del resto hai mai visto persone afflitte nel nord Europa? Io no… mi mettono tantissima allegria, sono sempre rilassate e sorridenti… E poi vuoi mettere quanto spicca una nota di colore nel biancore della neve?
      Ecco, io il colore non lo lascio mai, nemmeno quando tutti si affliggono per la notte che scende alle quattro del pomeriggio, quando il giorno lascia il posto alla nebbia, quando tutti si vestono di nero “perché d’inverno che vuoi mettere?”… io il colore ce l’ho sempre con me perché è dentro di me!
      Hai visto che mare…. è vero che è un incanto? Le isole mi hanno sempre affascinata, con quella vita pulsante nel mezzo del mare, con la calma della solitudine e dello sciabordio dell’acqua che le circonda… sono pura poesia! E sono sempre coloratissime! Ora possiamo anche brindare alle nostre affinità con un goccio di meloncello…
      Un abbraccio anche a te cara Affy! 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Che bel post, Tatiana!
    Anche io amo circondarmi di colori, già il mio lavoro me lo permette a iosa, idem la mia isola. Anche nell’armadio, pur prediligendo il blu, qualche colore deve sempre spiccare, in ogni stagione e anche in casa.
    La crema di melone e limone deve essere ottima e sembra anche di facile esecuzione. Sono fondamentalmente astemia, eccezione fanno ogni tanto la birra, il vino bianco e qualche bicchierino di crema liquorosa bella ghiacciata.
    Un abbraccio, sereno e colorato weekend

    Mi piace

    • Ciao Marirò, ma tu vivi nella terra dei colori!!! Sei tra il giallo dei limoni, l’arancione degli aranceti, il nero della lava, il blu del mare e l’arcobaleno cromatico della vostra arte locale… come potresti non averli nel dna?
      Le creme sono semplicissime da preparare, ottime sul gelato ma, per una volta… facciamoci un bicchierino dai!
      Un abbraccio e buon fine settimana 🙂

      Mi piace

  3. Buonissimo! Anche io lo avevo fatto due o tre anni fa, dovrei aver messo anche la ricetta sul blog, non ricordo …. bellissimo questo post, con tanti colori che io adoro. Meravigliose anche le immagini del mare. Anche io adoro il mare e infatti ci sono venuta a viverci. Abitavo in Brianza, in Italia, gran bei posti, pieni di verde in varie sfumature e con i laghi vicino, con il loro azzurro che tende al grigio. Ma vuoi mettere il colore dell’oceano?

    Mi piace

    • E’ vero Terry, quel colore che solo l’oceano ti regala è una sensazione impagabile: il mare ce l’ho davanti casa e tutto sommato è anche un mare aperto, ma vuoi mettere quel blu cobalto dell’oceano, profondo ed infinito che ti apre il cuore e ti fa sentire immensamente libera? Per me non ha prezzo….
      Ti abbraccio fin laggiù ❤

      Mi piace

    • Questa l’ho fatta con il popone perché volevo portare a casa un pezzetto della mia vacanza, ma ho assaggiato quella a base di melone retato, quello arancione per intenderci, ed è davvero paradisiaca…. penso sarà il mio prossimo esperimento estivo!
      Un bacione 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: